La TECARTERAPIA (Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo) è una tecnica innovativa che stimola energia dall’interno dei tessuti, attivando dei naturali processi riparativi e antinfiammatori.
La tecarterapia riduce rapidamente il dolore ed abbrevia i tempi di recupero riabilitativi.

Il principio di trasferire energia ai tessuti lesi a scopi terapeutici è comune a molte tecniche fisioterapiche strumentali che si fondano sul principio dell’irradiazione di energia. Tuttavia, ciò che le differenzia dalla tecarterapia è la modalità di trasferimento dell’energia: irradiazione dall’esterno nelle prime; utilizzo di energia endogena (dall’interno ) nella seconda, che si realizza attraverso il richiamo nell’area di trattamento di cariche elettriche presenti sotto forma di ioni nei tessuti.

Questo meccanismo crea una forte stimolazione a livello cellulare, riattiva la microcircolazione, incrementa la temperatura interna ed innesca precocemente i meccanismi fisiologici. La sua peculiarità nell’ambito degli apparecchi per fisioterapia consiste nel generare energia all’interno dei tessuti con un elettrodo capacitivo o con uno resistivo.

L’effetto biologico della tecarterapia consiste in un incremento della velocità dei processi riparativi attraverso una vasodilatazione da aumento di calore distrettuale che determina un aumento della funzionalità dei processi riparativi. Vari rapporti scientifici evidenziano che la tecarterapia può significativamente ridurre fino a dimezzare i tempi di recupero su vari tipi di patologie osteoarticolari e muscolo-tendinee. Già dopo le prime applicazioni si possono constatare effetti favorevoli, quali un immediato sollievo dal dolore ed una migliore mobilità.

La tecarterapia integra così in maniera determinante l’intervento terapeutico nelle patologie osteoarticolari acute e croniche. Impegno fondamentale per il recupero di distorsioni, lesioni tendinee, borsiti e tendiniti, esiti di traumi ossei e legamentosi, artralgie croniche (osteoporosi, osteoartrite, ecc.). Fondamentale nei programmi di trattamento post-chirurgici, in particolare dopo interventi di artroprotesi.

In sintesi ecco alcune significative applicazioni della tecarterapia: Algie croniche, capsulite adesiva, condropatia rotulea, coxartrosi, pubalgia cronica, sperone calcaneare, riabilitazione post-traumatica.

La presenza di protesi metalliche non costituisce una controindicazione al trattamento con tecarterapia.

Richiedi maggiori informazioni su Tecarterapia a Monteverde