06 66141333 - 370 1522258 info@poliambulatorioidrofisio.it

Chiariamo con poche righe cosa distingue la Fisioterapia dall’Osteopatia.
Nella FISIOTERAPIA il nostro lavoro è orientato alla cura del sintomo locale: ad esempio a seguito di un intervento chirurgico o di un trauma importante come può essere una protesi dell’ anca o distorsione alla caviglia, ci focalizza al trattamento sulle zone interessate del dolore con l’ obiettivo di ripristinare la funzione dell’ area anatomica che presenta la sintomatologia.
Per fare ciò si usano tecniche manuali e terapie fisiche (LASER, TECAR, Onde d’Urto, magnetoterapia ecc,).

Nell’OSTEOPATIA l‘obiettivo invece è principalmente la ricerca delle cause che hanno generato il problema perché considera il corpo nella sua globalità (le cause possono essere anche a distanza dal sintomo); si valutano i vari sistemi che possono concorrere al dolore del paziente poi si ripristinano attraverso i trattamenti manuali, i processi di autoguarigione e autoregolazione che sono presenti nel nostro organismo.
Le tecniche manuali agiscono sul sistema nervoso neurovegetativo dando l’ indicazione ottimale per accelerare e guidare i processi di salute del paziente.
Per questi motivi per un trattamento ideale è opportuno avvalersi di un Fisioterapista specializzato in Osteopatia; In un programma terapeutico i sintomi spesso sono importanti e vanno affrontati prioritariamente e  precocemente con la fisioterapia, perché attraverso la sofferenza i tessuti si indeboliscono ed i processi infiammatori richiedono la priorità di intervento.
Per le cause del problema, che spesso risiedono a distanza dalla parte anatomica, ci si avvale dell’Osteopatia, in modo che i risultati possano essere più duraturi

Riporto il caso di una giovane signora inviata a trattamento per un’ernia discale lombare, con sintomi di sciatica alla gamba destra.
All’anamnesi risultava che avesse fatto in passato molta attività sportiva come runner e nell’ultimo anno molto smart working.
La risonanza magnetica metteva in evidenza protusioni multiple a livello lombare.
Il nostro approccio fisioterapico è consistito nel ridurre il dolore locale usando TECAR e LASER, per poi passare alla cura delle cause scatenanti le protusioni, ovvero l’appoggio plantare e la conseguente sofferenza della colonna derivante dalle sollecitazioni ricevute.

Dott.ssa Francesca Mancini
Fisioterapista e Osteopata