06 66141333 - 370 1522258 info@poliambulatorioidrofisio.it

COS’E’ IL MAL DI TESTA?
Il mal di testa (o cefalea) è una condizione dolorosa molto diffusa che colpisce circa il 47 % della popolazione mondiale (più presente nella popolazione di sesso femminile) e che ha un impatto economico e sociale molto importante.
Può essere classificato in cefalea primaria o secondaria in base alle strutture interessate e può essere associato a sintomi quali vertigini, nausea, dolore alla muscolatura cervicale, formicolii, alterazione della vista e dell’udito.
I tessuti interessati sono il Sistema nervoso, vascolare, uditivo e visivo e muscolare.

COME VIENE TRATTATO IL MAL DI TESTA?
Il trattamento del mal di testa varia in base alla causa scatenante e ciò può essere pianificato solo dopo un’attenta valutazione fisioterapica.
In genere il fisioterapista ha a disposizione diverse tipologie di trattamento che possono comprendere:

  • Tecniche di terapia manuale ortopedica;
  • Tecniche di trigger points;
  • Massoterapia;
  • Terapia strumentale (tecarterapia, laserterapia ad alta potenza)
  • Esercizi per il miglioramento della stabilità cervicale e della mobilità temporo-mandibolare;
  • Esercizi di riequilibrio posturale.

ESEMPIO DI CASO CLINICO
Dopo il periodo del lockdown del 2020 una donna di 47 anni, mamma di due adolescenti e lavoratrice si reca presso il nostro centro per una valutazione fisioterapica.
Durante la valutazione la paziente lamenta di avere spesso dei forti mal di testa con presenza di vertigini quando si alza dal letto la mattina e quando abbassa o ruota la testa da un lato (azione che si compie spesso quando si guida).
Questa condizione stava rendendo molto difficile per la paziente lo svolgimento di attività lavorative o di accudimento dei figli.
Dopo un ciclo di trattamenti fisioterapici (nel suo caso di terapia manuale abbinata a esercizi di allungamento e stabilità) la paziente è ritornata a compiere tutte le attività che prima non si sentiva più in grado di svolgere, libera finalmente dalla sensazione di dolore e di vertigine che l’aveva accompagnata per diversi mesi.

Dott.ssa
Stefania Amato